Le attività della Deputazione Subalpina di Storia Patria

Attivita' di ricerca

 

La ricerca scientifica promuove gli studi che si situano dalla storia medievale a quella contemporanea. Pubblicare ricerche riguardanti la storia piemontese, valdostana e dei territori già sabaudi con la prospettiva di incoraggiare in proposito giovani studiosi. 

Le collaborazioni:

- Università di Torino

- Università del Piemonte Orientale

- Archivio di stato di Torino

- Giunta Centrale per gli studi storici di Roma

- Società Ligure di Storia Patria

- Società Romana di Storia Patria

- Società Napoletana di Storia Patria

- Università di Nizza Sophia-Antipolis, PRIDAES

- Università della Savoia, Chambery

- Università di Ginevra

 

I progetti di ricerca in corso:  

- dal 1987 il Centro di Studi per la Storia dell'Università di Torino CSSUT collabora con la Deputazione per la pubblicazioni di studi e fonti nella la collana Studi e Fonti per la Storia dell’Università di Torino, i volumi sino ad oggi sono 29, https://www.cssut.unito.it/it/pubblicazioni/studi-e-fonti 

- sulla legislazione di età medioevale e moderna di tutte le comunità subalpine, con l’obiettivo di censire tutte le fonti esistenti sono interessati tutti i cultori delle discipline storiche storia politica, sociale, economica, giuridica, artistica, urbanistica, linguistica e così via, banca-dati di schede redatte per ogni località piemontese;

 - Il PRIDAES Programme de Recherche sur les Institutions et le Droit des Anciens Etats de Savoie è uno dei punti fondamentali della ricerca condotta dal Laboratorio Ermes dell'Università della Cote d'Azur di Nizza che vede impegnati storici del diritto e studiosi di scienze politiche. L’approfondimento dell’apporto dei giuristi sabaudi alla scienza giuridica europea ed alla costruzione ed al funzionamento dello Stato sabaudo, secondo un progetto di collaborazione concordato da più di un decennio, col PRIDAES, esso è iniziato nell’autunno 2007 e prevede riunioni congressuali (un anno in Francia, l’altro in Italia). Per il 2017 l’iniziativa si svolgerà a Torino, sul tema della storia delle migrazioni e dell’integrazione nelle aree circostanti i due versanti alpini; 

- dal 2015 è in corso un’impegnativa collaborazione con l’Università di Ginevra (ivi compreso un convegno del 2-4 febbraio 2015) per giungere da parte della Deputazione Subalpina nel 2018 ai due tomi dell’edizione critica dei 27 manoscritti degli Statuta Sabaudie di Amedeo VIII del 1430. Vi lavorano da più di due anni soprattutto studiosi ginevrini, ma pure savoiardi e francesi, nonché naturalmente subalpini. Si tratta di un’iniziativa di notevole impegno, sia personale che economico e scientifico.  

- dal 2016 è in corso uno studio congiunto della Deputazione Subalpina e delle Società di Storia Patria napoletana e romana su “Interscambio fra istituzioni culturali e universitarie a Torino, Napoli e Roma nei primi 30 anni dell’Italia unita” finanziato pure dalla Giunta Centrale di studi storici, con la quale le Deputazioni e Società di Storia Patria sono inserite in tabella; i singoli studi sono pubblicati in riviste scientifiche ed è previsto un libro nel 2019-2020;  

- nel 2016 si è acquisito dall’Università di Torino la banca dati dei periodici piemontesi e valdostani dei secc. XVIII-XXI, la Deputazione aveva avviato la ricerca parecchio tempo fa con un finanziamento del CNR, per vederla poi continuata prima dalla Facoltà di Economia poi direttamente dall’Università. Questo censimento è tornato alla Deputazione, che continuerà l’aggiornamento http://www.periodicipiemonte.it/home

 

 

Premi

L

a Deputazione subalpina di storia patria attribuisce annualmente, grazie a sovvenzione di privati, diversi premi per opere inedite o di recente pubblicazione. Le iniziative attualmente operanti sono:

 

- premio Maria Clotilde Daviso di Charvensod: istituito per la storia subalpina;

 - premio Walter Maturi: dissertazioni in storia moderna;

- premio Benedetto: studi sulla storia del diritto italiano;

- premio Alfonso Carbone: studi sulla storia torinese e piemontese;

- premio Carlo Baudi di Vesme: studi sulla storia dell’area subalpina occidentale;

- premio Abbazia di Novalesa ss. Pietro e Andrea: opere e studi relativi alla storia della valle di Susa e in subordine alla storia dell’area subalpina occidentale;

- premio Sergio Sandrone: dissertazione di laurea in argomenti di storia contemporanea, con preferenza – a parita’ di merito – per quelli di storia del risorgimento.

I bandi dei premi sono pubblicati nel primo fascicolo del Bollettino storico-bibliografico subalpino.

 


Style Switcher a href="#">

Predefined Colors

Menu Style

Background Image

Reset